“… impianto distributore di un aperitivo a più rubinetti, opportunamente sollecitato da un irraggiamento di luce il cui effetto calorico scongelava il solido ghiacciato nella forma liquida e tramite la tecnica delle gocciolature si deponeva nei bicchieri predisposti.
Servizio a parte, della cui funzionalità hanno approfittato i visitatori che in un numero calcolato attorno a tre-quattrocento persone, l’idea ha trovato tutta la sua potenzialità spettacolare nella impiantistica del congegno, che, tra la meccanica idraulica, l’elettrificazione dell’insieme e l’azione della luce, ha davvero assolto all’idea centrale dell’intero progetto artistico della manifestazione, perché se da una parte ha realizzato un’installazione complessa ed eterogenea quanto a materiali e a assetti formali, dall’altra ha pure risolto il problema pratico-funzionale della distribuzione reale della bevanda utilizzata.
Il design per suoi compiti istituzionali opera sui due fronti dell’estetica e della agibilità pratica, e Paolo Donadello con una invenzione insieme semplice e complessa mostra di saper risolvere le sue problematiche, non senza toccare la soglia stessa di una sindrome di artisticità risolvendo ogni volta l’operazione del meccanismo nell’effetto dominante della visività fino alla visionarietà dell’oggetto di scena.”

Prof. Salvatore Fazia

@Ambaradan, a cura di Luciano Lora Curatore d’Arte e Gallerista della Loft Arte di Valdagno, manifestazione tra arte e non-arte, destinata ai mescolatori delle arti e dei sensi, che si tiene presso Villa Velo Valmarana Ciscato, la villa del Daniele Cortis di Antonio Fogazzaro, 2007.